USA: E’ GESU’ CRISTO L’ANTI-BARBIE

24 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 24 set – Ci sono genitori che ai propri figli non fanno che regalare bionde Barbie con cagnolino annesso e altri, come gli 80 milioni di protestanti del ramo evangelico, fondamentalista e radicale che vivono negli Stati Uniti i quali preferiscono comprare bambole con un tipo di messaggio “diverso”, magari con accento religioso. Nonostante tutto, entrambe le tipologie non sono altro che i target ideali di una bella fetta del mercato dei giocattoli. Recentemente la catena di supermercati Wal-Mart ha lanciato varie bambole a “denominazione biblica”. Da una settimana, i personaggi delle Sacre Scritture sono stati trasformati in giocattoli Blessed Toys, ovvero “giochi benedetti”, e saranno venduti nei 500 stabilimenti di tutto il paese (particolarmente nel sud, in quello che è chiamato il “cinturone biblico”, dove il movimento evangelista è più forte) per i prossimi quattro mesi. Tra i giochi c’è un Gesù Cristo che legge alcuni passi della Bibbia e un Sansone con il pacchetto audiolibro per conoscere “l’affascinante storia dell’uomo più forte del mondo”. Se i giochi biblici avranno successo Wal-Mart provvederà ad ampliare l’offerta alle sue 3.376 succursali. “Se sei una persona religiosa si tratta di una battaglia per le menti dei tuoi figli e per il loro modo di giocare. Lì fuori è pieno di reincarnazioni di Satana e di cose malvagie” avverte dalla sua pagina web David Socha, responsabile di “One2believe”, l’azienda che produce le bambole. Wal-Mart sa bene che le famiglie cristiane sono disposte a investire in prodotti che rafforzano la loro ideologia. Wal-Mart già vende più di un miliardo di libri con questa impostazione.