Usa: disoccupazione al 7,8%, 155mila posti

4 Gennaio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nel mese di dicembre negli Stati Uniti sono stati creati +155.000 nuovi posti di lavoro, meglio delle attese. Gli analisti di Bloomberg, avevano previsto in aumento +152.000, dopo +161.000 di novembre (dato rivisto al rialzo da +146.000 inizialmente reso noto).

Il tasso di disoccupazione si è attestato al 7,8% rispetto al 7,7% di novembre e contro le stime di un dato invariato al 7,7%. Il tasso rimane comunque al valore minimo dal dicembre del 2008.

In media, la settimana lavorativa è stata di 34,5 ore, in linea con le attese. Positivo il commento di Russell Price, economista senior presso Ameriprise Financial Inc a Detroit, conosciuto per essere l’esperto che meglio di tutti ha previsto l’andamento dei nuovi posti di lavoro negli ultimi due anni, stando ai dati compilati da Bloomberg.

“Il mercato del lavoro americano dovrebbe rafforzarsi nei prossimi mesi. Fino a quando washington sarà capace di risolvere molte delle questioni che rimangono sul tavolo, l’economia dovrebbe rafforzarsi ulteriormente”.