Unicredit: più ricavi nel 2015 ma niente acquisti in Italia

21 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Federico Ghizzoni intravede una leggera ripresa del credito nel 2015, annunciando un budget 2015 che prevede ricavi in crescita.

Al termine del Consiglio di Amministrazione (CdA) tenutosi ieri, l’amministratore delegato di Unicredit ha spiegato che il budget per l’anno in corso “prosegue sulla falsariga del piano industriale presentato a inizio 2014”, visto che “siamo in un contesto macro ancora non facile”.

Il “budget – ha puntualizzato Ghizzoni – ci vede in crescita con i ricavi, ma con un maggior peso della componente transazionale, quindi delle commissioni, rispetto ai margini di interesse”.

L’istituto di credito intende dunque focalizzarsi sulle “attività che generano commissioni: bancassurance, private banking e asset management”, ma anche su “corporate e investment banking”.

Passando al tema governance, il top manager ha dichiarato che si sta ragionando attorno ad un “CdA più snello”, con una probabile riduzione degli amministratori a 17 da 19.

Inoltre Unicredit sembra intenzionata a non introdurre il voto plurimo.

Oggi in Borsa i titoli avanzano di oltre un punto percentuale.

Fonte: Teleborsa

(DaC)