Ultra ricchi snobbano l’immobiliare, ecco dove investono

20 Settembre 2017, di Mariangela Tessa

Gli ultra-ricchi snobbano fondi hedge e il settore immobiliare per concentrarsi sull’azionario. È punto emerge dal sondaggio su 262 famiglie da  UBS Wealth Management e Campden Research sugli investimenti dei Paperoni mondiali da inizio anno.

Nel dettaglio, le azioni rappresentano il 27,1% del portafoglio medio delle famiglie, con un incremento di 1,6 punti percentuali rispetto alla precedente relazione annuale. Gli investimenti alternativi, nel frattempo, hanno registrato un calo complessivo di 3,7 punti percentuali. Tale categoria include gli acquisti immobiliari e gli hedge funds,

Non solo. Anche guardando al futuro, gli intervistati hanno mostrato l’intenzione di aumentare l’esposizione in azioni e quasi il 44% mette in conto di investire di più in azioni nei mercati industrializzati.

Allo stesso tempo, gli investimenti in hedge fund sono scesi del 6,2% rispetto al precedente sondaggio. Questo nonostante un miglioramento delle performance: nel 2016 +0,8% contro -2,6% dell’anno prima.

Meno soldi anche nel comparto immobiliare, con la media pluriennale che è scesa al 15,8% quest’anno contro il 16,5% de 2016.