Ue indaga: Nike aiutata da Olanda con giochino royalties

11 Gennaio 2019, di Alessandra Caparello

La Commissione europea ha aperto un’indagine sul trattamento fiscale concesso dai Paesi Bassi a due società del gruppo Nike con sede legale ad Hilversum, nell’Olanda settentrionale. Nel dettaglio l’Olanda avrebbe fornito alla Nike European Operations Netherlands Bv e Converse Netherlands Bv, che vendono prodotti Nike e Converse un regime fiscale di favore in violazione delle regole Ue sugli aiuti di Stato.

Nel mirino ben cinque accordi fiscali, tax ruling, stipulati con le autorità olandesi tra il 2006 e il 2015 con cui le due unità della Nike avrebbero in gran parte eluso le royalties pagate nei Paesi Bassi, riducendo significativamente il reddito imponibile della Nike dal 2006.

L’indagine della Commissione esaminerà se i ruling fiscali sotto la lente siano stati in grado di ridurre indebitamente la base imponibile di Nike European Operations Netherlands Bv e Converse Netherlands Bv in Olanda dal 2006. Di conseguenza, l’Olanda, potrebbe aver conferito al gruppo Nike un vantaggio selettivo consentendo di pagare meno tasse rispetto ad altre società indipendenti o del gruppo i cui prezzi di transazione sono determinati in base alle condizioni di mercato. Se ciò dovesse essere confermato, significherebbe che la Nike ha beneficiato di aiuti di Stato illegali.

Così ha reso noto la commissaria Ue per la concorrenza, Margrethe Vestager.

Gli Stati membri non dovrebbero consentire alle società di creare strutture complesse che riducano indebitamente i loro profitti imponibili e conferiscano loro un vantaggio sleale rispetto ai concorrenti”.

Riteniamo che le indagini della Commissione europea siano prive di valore”, ha affermato un portavoce della Nike mentre il governo olandese  si è detto disponibile a collaborare con l‘Unione europea.

Design Home Cheats can generate game currency easily on Design Home diamonds