TELECOM, LA STAMPA: MPS IN CAMPO?

11 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 11 apr – Montepaschi in campo per Telecom? “Per ora – scrive La Stampa – siamo alle fasi preliminari, ma è evidente che se la discesa in campo della banca toscana al fianco di Intesa Sanpaolo diventasse realtà colorerebbe in tutt’altro modo il «salvataggio» della compagnia telefonica. Che resterebbe italiana, o magari semplicemente «ancorata al tricolore», come auspicano Prodi, il vicepremier Rutelli e un ministro di peso come il diessino Bersani, grazie all’intervento di una banca prodiana e di una banca diessina. Alleate in nome dell’interesse nazionale. Così come Margherita e Ds, prossimi a convolare a nozze col Partito democratico, si trovano alleate nel contrastare la cordata At&t-America Movil”. Il quotidiano torinese lega peraltro le indiscrezioni che arrivano da Siena al ruolo che la banca toscana già oggi ha già nell’azionariato di Telecom, dove tramite Hopa, che detiene il 3,7% del capitale. A cui si aggiunge un altro pacchetto di titoli ottenuti in garanzia da Olimpia in cambio di un finanziamento di 230 milioni di euro. Da Siena, ancora ieri, negavano di voler partecipare a qualsiasi cordata limitandosi a definire «logico» che la banca seguisse «con grande attenzione l’evoluzione della vicenda». “Così come è logico – osserva La Stampa – che Mps, che ambisce a veder riconfermato il proprio ruolo di player nazionale, voglia cercare di uscire dall’isolamento in cui è finita battendo un colpo nel nome dell’interesse nazionale e, al tempo stesso, facendo anche un favore ai Ds. Che in caso di successo potrebbero capitalizzare sul piano dei rapporti di forza il ruolo giocato dalla banca amica”.