T-Bond Future, ritraccia ma non perde lo scettro rialzista

26 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il lieve ritracciamento registrato dal mercato obbligazionario americano, nella settimana appena conclusa, non sta a significare che abbia perso lo scettro rialzista che vanta da un po’ di tempo. Rappresenta soltanto un momentaneo, seppur inspiegabile ottimismo, che gli operatori hanno riversato sul mercato azionario, ignorando così lo scenario economico in peggioramento disegnato dalla Federal Reserve. Si sono ridimensionate infatti le attese sulla ripresa dell’economia. Il Presidente della Banca Centrale, Ben Bernanke, davanti alla Commissione del Senato, ha parlato di un’economia incerta e della disponibilità della Fed, a intensificare nuovamente la politica monetaria espansiva, se necessario. “Il quadro economico é incerto, siamo pronti a fare di più”, ha precisato Bernanke, aggiungendo “Restiamo pronti a prendere ulteriori iniziative necessarie a garantire il ritorno ad un pieno utilizzo del potenziale produttivo del nostro Paese in un contesto di stabilità dei prezzi. I prezzi del future sul T-Bond si sono mossi così in trading range chiudendo i 5 giorni a 127,15 punti .Il principale Gov’s americano mette a segno una performance settimanale marginalmente negativa dello 0,34% a fronte di quella mensile positiva dell’1,70%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto vista a 126,59 con target successivo stimato a 126,31. Resistenza a 128.