Superenalotto, a Sassari un “Sei” che vale quasi 60 milioni

8 Luglio 2020, di Alberto Battaglia

E’ toccato alla Sardegna il fortunatissimo “Sei” del Super Enalotto, il primo dai tempi del lockdown: ad aggiudicarsi il jackpot, pari quasi a 60 milioni di euro, è stato un giocatore di Sassari, che ha acquistato la sua schedina da 3 euro presso una tabaccheria della città. La sestina vincente è stata: 16-24-29-53-73-88. Si tratta del 124esimo “Sei” da quando esiste l’estrazione del Super Enalotto.

Per risalire all’ultima volta in cui la serie fortunata era stata indovinata bisogna riportare il calendario allo scorso 28 gennaio, presso il comune di Arcola (La Spezia): allora la vincita era arrivata a 67,2 milioni di euro. Ancora più indietro, il precedente “Sei” era stato centrato a Montechiarugolo (PR) il 17 settembre 2019 (66,4 milioni di euro la vincita).

Nonostante la cifra considerevole, quello aggiudicato di Sassari non è un jackpot tale da poter entrare nella top 10 delle maggiori vincite: al decimo posto si trova una vincita da 77,7 milioni di euro, mentre in vetta si arriva a 209 milioni. Quest’ultimo “Sei” da record è stato estratto a Lodi meno di un anno fa0: il 13 agosto 2019. A “dettare” i numeri della schedina vincente era stato un terminale automatizzato Quick Pick.

SuperEnalotto: le chance di vittoria

Difficilmente le sporadiche vincite al Super Enalotto convinceranno le menti più razionali ad affidarsi affidarsi alla dea bendata: le chance di fare “Sei”, infatti, sono minuscole. Per la precisione, una su 622.614.630. Tenendo conto che la schedina più economica costa 1 euro, bisognerebbe mettere in conto una spesa da 622 milioni per sperare di vincerne alcune decine.
Le probabilità migliorano, ma non di molto, per le vincite “minori”: una chance su 103.769.105 per i cinque numeri vincenti + numero Jolly; una su 1.250.230 per i cinque numeri vincenti; una su 11.907 per i quattro numeri vincenti.