STM: per gli analisti il titolo ha spazio per correre, fioccano i “buy”

19 Ottobre 2021, di Mariangela Tessa

Nonostante le prese di beneficio dell’ultimo mese (-4%), il titolo STM, produttore italo-francese di semiconduttori, resta in territorio positivo da inizio anno: il guadagno accumulato si aggira intorno al 15% grazie anche ai positivi giudizi espressi dagli analisti. Le quotazioni del titolo sono così passate da 31 euro agli oltre 36 euro.

Secondo gli analisti si tratta tuttavia di un livello inferiore al fair value a un anno, che in media si colloca 5 euro sopra i valori attuali, ovvero a 41,83 euro. È questo il target di prezzo medio fissato dal consensus degli analisti, che nel 66,7% dei casi suggerisce di comprare il titolo (buy). Solo il 33,3% consiglia un più cauto hold (tenere in portafoglio).

Gli ultimi giudizi degli analisti su STM

Tra gli ultimi giudizi arrivati sul titolo del gruppo di semiconduttori, spicca il buy di AlphaValue, che fissa a 45,6 il prezzo obiettivo, tra i più alti tra i broker che coprono il titolo.
Nel mese di ottobre, sono stati emessi altri quattro giudizi: Morgan Stanley (overweight, 40 euro), Equita ( hold, 42 euro), Cohen (outperform, 40 euro). In linea con i valori attuali è il target price di Liberum (hold, 36 euro).

Attesa per i conti del terzo trimestre

Cresce intanto l’attesa per la diffusione dei conti del terzo trimestre, in programma il prossimo 28 ottobre:

“Ci aspettiamo che la società centri il mid-point della guidance (3,2 miliardi di dollari di vendite, 41% gross margin) e che confermi l’outlook 2021 (ricavi di 12,5 miliardi)”, segnalano gli analisti di Equita che confermano la raccomandazione hold e il target price di 42 euro sul gruppo dei chip. Quanto ai risultati del terzo trimestre, gli analisti di Equita si attendono ricavi per 3,203 miliardi di dollari (+20% a/a), Ebit a 577 milioni (+74% a/a) e un utile per azione (Eps) in crescita del 96% a 0,52 dollari.

Dividendi STM: in arrivo terza e quarta tranche

Dopo aver remunerato gli azionisti con la prima e seconda tranche (0,06 per azione) della cedola relativa all’esercizio 2020, il gruppo distribuirà la terza e quarta tranche il 13 dicembre e il 21 marzo 2022, sempre con lo stesso importo.

Buyback per un milione di dollari

Lo scorso giugno, intanto, il gruppo attivo nei semiconduttori ha lanciato un nuovo programma di buyback per un controvalore massimo fino a 1,040 milioni di dollari da eseguirsi entro un periodo di 3 anni (soggetto di volta in volta alle approvazioni degli azionisti e alle altre approvazioni del caso) a partire dalla pubblicazione dello stesso comunicato stampa.

Stm intende eseguire il programma di riacquisto e detenere tali azioni proprie nel proprio portafoglio, allo scopo di adempiere gli obblighi relativi ai piani di incentivazione in azioni a favore dei dipendenti e a servizio del potenziale regolamento delle proprie obbligazioni convertibili in circolazione.