SOTHEBY’S SOTTO INCHIESTA CAMBIA I VERTICI

22 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La casa d’aste Sotheby’s Holdings Inc. (BID) annuncia un cambiamento ai vertici della societa’ proprio nel bel mezzo dello scandalo che sta coinvolgendo il mondo dell’arte Usa dopo l’indagine indagine iniziata dal Dipartimento di Giustizia americano.

Lunedi’ sia il chairman A. Alfred Taubman, che ha acquistato la casa d’aste nel 1983, sia il presidente e CEO Diana D. Brooks, hanno presentato le loro dimissioni. La societa’ ha subito provveduto a nominare Michael Sovern, ex presidente della Columbia University di New York, come Chairman e William Ruprecht, responsabile fino ad ora per il settore Nord e Sud America, quale presidente e CEO.

La casa d’aste ha fatto sapere che Taubman manterra’ una poltrona nel consiglio di amministrazione, mentre il nuovo Board sara’ integrato da nuovi arrivi. La societa’ ha precisato che nessuna sostituzione e’ legata all’inchiesta antitrust.

L’indagine federale ha coinvolto, oltre a Sotheby’s, anche la rivale Christie’s International PLC e riguarda le commissioni applicate ai venditori dalle due case d’asta. Nel 1995, infatti, le commissioni al 10% sono state convertite secondo un nuovo schema scalare insospettendo l’autorita’ antitrust.

L’inchiesta delle autorita’ americane va ad aggiungersi a quelle intraprese dalla Commissione Europea, dal governo britannico, australiano, nonche’ ai problemi legali nei quali e’ incorsa Sotheby’s, rendendo piu’ debole il suo titolo in borsa.

Il titolo BID e’ attualmente in ribasso del 13,02% a quota 15 e 7/16.