Seduti troppe ore al giorno? Aumenta rischio morte prematura

31 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

Stare seduti troppe ore al giorno aumenta il rischio di morte prematura, questa la conclusione di uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di San Paolo (Brasile), pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine. Tre ore in posizione sedentaria sono già sufficienti per incrementare i rischi: più del 60% delle persone di tutto il mondo ha questa cattiva abitudine e, secondo i risultati dello studio, sono 433mila le morti annue fra il 2002 e il 2011 nei 54 Paesi analizzati.

I risultati dello studio attribuiscono a questo eccesso il 3,8% della mortalità, esso incide di più nella regione del Pacifico occidentale seguita da quella europea.
Il tempo medio passato seduti è di 4,7 ore al giorno, dimezzare tale quantità potrebbe ridurre del 2,3% il rischi per tutte le cause di mortalità.Il nesso fra il tempo passato da seduti e la mortalità non è nuovo ed è stato individuato anche da altri studi.

“Per ora questi sono i dati migliori che abbiamo, sottolinea Leandro Rezende, autore principale della ricerca, al New York Times, “ma non sappiamo se la relazione tra sedentarietà e decessi è causale. Ci sono però semplici azioni che possiamo fare per prevenire le conseguenze di una prolungata sedentarietà: alzarsi dal proprio posto di lavoro e andare a bere qualcosa invece, ad esempio, di mantenere la bottiglia d’acqua alla scrivania. O semplicemente alzarsi di tanto in tanto e passare del tempo in piedi che, in sé, aumenta il dispendio energetico”.