Scarlett Johansson, lo spot di SodaStream diventa virale

29 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Non si arrestano le polemiche intorno all’ultimo spot pubblicitario SodaStream, azienda israeliana, quotata sul listino americano del Nasdaq (SODA), che produce apparecchi per realizzare in casa bibite gassate, con protagonista Scarlett Johansson.

Dopo che, nei giorni scorsi, sull’attrice erano piovute addosso le critiche del movimento globale pro palestinese ‘Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni”, che aveva chiesto all’attrice di fermare la sua collaborazione con l’azienda, ieri è arrivato il divieto da parte della Fox a mandare in onda la pubblicità durante il Super Bowl di domenica prossima.

Nello spot, una sensuale Scarlett Johansson che si prepara una bibita gassata a casa e per sottolinearne la bontà alla fine dice: “Sorry, Coke and Pepsi” (Mi dispiace CocaCola e Pepsi). Nulla di straordinario, in apparenza, solo che Fox, che trasmetterà il Super Bowl, sostiene che ‘Sorry, Coke and Pepsi’ deve essere eliminato per poter trasmettere la pubblicita’.

“Quale inserzionista in America non tira in ballo la concorrenza? Queste sono cose che ci si aspetta dalla Cina non dagli Stati Uniti- hanno chiesto i vertici della SodaStream”. Di fatto, affermano invece i critici, tratta di una frase che presuppone la superiorità delle bevande realizzate con SodaStream, senza però fornire elementi concreti, e pertanto non rispetta le regole della pubblicità comparativa.

Quello che è certo è che i due giganti delle bollicine da sempre spendono milioni di dollari per i loro spot al Super Bowl e quest’anno la Pepsi sponsorizzerà tutto il secondo tempo. Intanto, anche se lo spot originale non andrà mai in onda, l’azienda israeliana ha di sicuro mostrato di conoscere le regole del marketing virale: il video finito su YouTube ed e’ stato visto da oltre 3 milioni di utenti in meno di 24 ore.