SAN PAOLO-IMI: MOODY’S ALZA VOTI DEL RATING

4 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Moody’s Investors Service ‘promuove’ il San Paolo Imi: la società statunitense per la valutazione del credito ha alzato i ‘rating’ sul debito a lungo termine e sui depositi del gruppo creditizio da ‘A1’ ad ‘Aa3’. L’agenzia ha inoltre aumentato il ‘voto’ assegnato alla solidità finanziaria di San Paolo Imi da ‘C+’ a ‘B’. Le prospettive di tutti i nuovi ‘rating’ sono stabili.

La revisione al rialzo dei ‘rating’, si legge in un comunicato del San Paolo Imi, riflette ”i buoni fondamentali finanziari della banca, la sua forte redditività, i progressi fatti nell’integrazione con l’Imi e il suo ruolo di leader nel consolidamento del settore bancario italiano”.

Secondo la Moody’s, inoltre, il San Paolo Imi è ”ben posizionato” per affrontare le future sfide competitive del settore grazie al suo ”solido” profilo finanziario. Il San Paolo Imi, sottolinea la nota, è uno tra i più solidi gruppi bancari italiani in termini di qualità delle attività e di capitalizzazione: i suoi fondamentali finanziari tengono al confronto con i concorrenti europei.

Allo stesso tempo, la Moody’s ha alzato i rating di lungo e breve termine assegnati ai depositi della controllata francese Banque Sanpaolo rispettivamente da ‘A3’ ad ‘A2’ e da ‘Prime-2’ a ‘Prime-1’. La valutazione sulla solidità finanziaria di Banque Sanpaolo è stata confermata a ‘D+’.