Salone Risparmio, Succo: investimenti SRI scudo contro cigni neri

10 Aprile 2018, di Alessandro Chiatto

In occasione della nona edizione del Salone del Risparmio organizzato da Assogestioni, come ogni anno Wall Street Italia ha intervistato i protagonisti del mondo del risparmio gestito e della consulenza finanziaria italiana. Il Salone del Risparmio si svolge presso MiCo – Milano Congressi, il centro congressi più grande d’Europa.

Andrea Succo, responsabile distribuzione esterna di BNP Paribas AM, ha parlato degli investimenti socialmente responsabile (SRI) una filiera che sta salendo alla ribalta e in cui la banca è stata tra i pionieri e ora può contare su trenta miliardi in gestione e prodotti disponibili in tutta Europa. “Se ne parla sempre di più in Italia ma non è un argomento così nuovo o nell’Europa continentale e del Nord”.

“La performance ne risente positivamente“: gli investimenti SRI consentono una decorrelazione rispetto agli indici tradizionali e in particolare prevedono l’adesione global compact delle Nazioni Unite. Tutti i profili di investimento rispettano tali standard, ad esempio in materia come diritti, dividendi degli azionisti e governance societaria. Un filtro del genere “mette al riparo da eventuali cigni neri“.

L’idea è “creare un portafoglio ad hoc per un private banker che investa in temi che ci parlano perché hanno un impatto sulla vita quotidiana“. “Quando parliamo di cibo, di ambiente, di energie rinnovabili e di acqua parliamo di qualcosa che ci tocca da vicino e che è destinato a crescere nel tempo”.