S&P 500: ribassisti al comando, lo dicono i grafici

18 Settembre 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Poco spazio all’ottimismo. Lo S&P 500 si muove su livelli che indicano una cosa sola: siamo entrati in una fase ribassista. E non è una fase passeggera. Solo due volte negli ultimi 20 anni si è verificata una situazione altrettanto negativa, ovvero dopo scoppio della bolla Internet nel 2000 e durante la crisi finanziaria del 2008.

E quanto afferma Rob Isbitts, strategist presso Sungarden Investment Research, che prende in esame il grafico a sinistra, che analizza l’indice che calcola convergenza / divergenza media (MACD). “Quando l’indice si muove sopra la linea indicata nella parte inferiore del grafico, il mercato è in una fase rialzista. Nel caso contrario, vuol dire che i ribassisti sono al comando”.

Ed è quello che sta succedendo in questo momento, ribadisce l’esperto, aggiungendo che a suo avviso ci sono sette probabilità su 10 che lo S&P 500 scenderà del 20% circa rispetto ai valori attuali. (mt)