Robot “Face” guarda film “Morgan” e si emoziona. Il video sconvolge il mondo

30 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Su YouTube, le visualizzazioni del video del robot umanoide che è stato sviluppato nei laboratori del Centro “E. Piaggio” dell’Università di Pisa, hanno superato quota un milione. Il robot umanoide si chiama “Face”, è made in Italy, ed è comparso in un video -reaction video -che è stato girato nei laboratori pisani.

Si tratta di un reaction video del film «Morgan» della 20th Century Fox, che uscirà nelle sale italiane il 6 ottobre. Nel video, il robot Face del Centro Piaggio si mostra sorpreso per le immagini del film, che è stato realizzato sotto la regia di Ridley Scott.

I reaction video sono video che mostrato le reazioni delle persone alle immagini di un determinato video o film.

Visto il loro successo, la 20th Century Fox ha deciso di produrre anche un robot reaction video, in cui a essere monitorate sono le reazioni di robot umanoidi.

Tra questi è stato scelto anche “Face”, che è acronimo di Facial Automation for Conveying Emotions, androide creato da un team di ricercatori del Centro «E. Piaggio» dell’Università di Pisa, guidati dal professore Danilo De Rossi.

“La complessa struttura del volto del robot – ha spiegato uno dei ricercatori coinvolti, Daniele Mazzei, stando a quanto riportato dal sito PisaToday, comprende 32 micromotori, posti tra l’epidermide e la struttura ossea che, in modo analogo ai muscoli facciali, permettono di controllare ogni minimo movimento del viso e generare una enorme quantità di espressioni anche molto complesse».

Il robot è un androide sociale in grado di interagire empaticamente con gli esseri umani attraverso una comunicazione non verbale. Tramite sensori posizionati sulla testa orienta il proprio sguardo verso l’interlocutore umano, ne analizza le espressioni facciali e la gestualità e ne inferisce lo stato emotivo. Sulla base dello stato mentale inferito, ‘Face’ inizia una comunicazione non verbale attraverso espressioni facciali, sguardi e ammiccamenti, tutti intesi a stabilire un dialogo empatico.

.