Ricerca: chi cerca un’auto online ha intenzione di comprarla entro settembre.

3 Giugno 2020, di Alessandra Caparello

Due settimane circa dopo la fine del lockdown, il 41% degli utenti che ha intenzione di procedere immediatamente all’acquisto di un’auto ha necessità di sostituire il veicolo perché non più adatto alle proprie esigenze.
Così emerge dall’lndagine COVID 19 Consumer Sentiment Survey realizzata da automobile.it, sito di annunci di auto usate, nuove, Km 0 e a noleggio di proprietà del gruppo eBay, effettuata su circa 1000 persone che hanno visitato automobile.it tra il 25 e il 27 maggio.

Acquisto auto: budget invariato dopo la pandemia

Per quanto riguarda la spesa da investire per il 40% degli acquirenti il budget è rimasto invariato o leggermente cresciuto, mentre per il 60% è diminuito. Rispetto allo scenario pre quarantena risulta anche una preferenza di acquisto presso un concessionario rispetto al privato (62% VS 55%). Dallo studio emerge la necessità, da parte dei concessionari, da una parte di tornare a promuovere attivamente gli annunci online per entrare in contatto con gli acquirenti e dall’altra di comunicare chiaramente come rimane possibile e semplice completare l’acquisto di persona.

Lo studio rivela che gli intervistati hanno posticipato/stanno posticipando l’acquisto perché si aspettano una diminuzione dei prezzi (58%), ma allo stesso tempo non vogliono assolutamente rinunciare al rapporto diretto. Il contatto umano e l’incontro di persona restano dunque un fattore chiave per completare l’acquisto dell’auto.

Il 31% degli intervistati infatti vuole avere indicazioni dettagliate del venditore sulle disposizioni che offrono un’esperienza sicura in concessionaria.

Cosa possono fare i concessionari per rispondere ai bisogni dei consumatori post lockdown

Secondo la ricerca le direttive da seguire sono le seguenti:

  1.   Aggiornare regolarmente i canali digitali: la descrizioni degli annunci, la pagina concessionario, il sito e i canali social in modo che siano sempre chiare le modalità per essere contattati e immediata la possibilità di prendere appuntamento.
  2.   Comunicare in modo semplice e visibile tutte le disposizioni adottate per garantire la sicurezza di clienti e venditori come misurazione della temperatura, ingressi contingentati, presenza di dispositivi igienizzanti, plexiglass, sanificazione delle sale espositive, ecc…
  3.   Adattare i servizi di finanziamento offerti. La metà di coloro che sta posticipando l’acquisto dell’auto lo fa a causa dell’insicurezza finanziaria. E’ possibile pensare di offrire finanziamenti a tasso zero per i primi 12 mesi o un’offerta di noleggio a lungo termine che si può interrompere più facilmente.
  4.   Ideare e comunicare nuovi servizi legati a pulizia e sanificazione che possono far percepire ai clienti la preoccupazione per la loro sicurezza e offrire maggiori garanzie sull’acquisto e sulla prova dei veicoli.
  5.   Utilizzare le tecnologie digitali per favorire primi incontri virtuali anche per quei clienti che sono interessati ma ancora non si sentono totalmente sicuri di tornare in concessionaria.
  6.   Organizzare test drive e incontri personalizzati che permettano di provare l’auto nel rispetto del distanziamento sociale.
  7.   Definire un servizio di home delivery per portare l’auto direttamente dal cliente.