REUTERS VARA UNA FORTE STRATEGIA PER L’INTERNET

8 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Reuters Plc (RTRSY) ha comunicato oggi una serie di iniziative che dovrebbero assicurargli una posizione all’interno dell’Internet, prima fra tutte l’intenzione, nei prossimi quattro anni, di investire nelle sue attivita’ Web oltre 500 milioni di sterline.

Si parla poi di due Ipo. ReuterS, infatti penserebbe di offrire in borsa il servizio di brokeraggio online Instinet e una parte del Greenhouse Fund.

Il valore degli investimenti start ups dell’internet (societa’ appena nate) e nuove tecnologie del Greenhouse Fund, dovrebbe aggirarsi attorno a 500 milioni di dollari, mentre Instinet e’ stato valutato in 2,5 miliardi di sterline.

Parte della nuova strategia e’ diretta anche ad un nuovo gruppo di investitori.

Reuters intende rivolgersi agli investitori privati, che si sono rivelati la forza del mercato azionario americano e che dovrebbero rivelarsi tali anche in Europa, con un nuovo sito Web creato in joint venture con Multex.com Inc. (MLTX)

La partecipazione al 50% unira’ la banca dati di ricerca di Multex.com con le informazioni e le notizie Reuters, utilizzando le tecnologie Internet di entrambe.

In un altra joint venture, poi, Reuter creera’ un nuovo portale a servizio del mercato finanziario europeo insieme con Aether Systems (AETH), un provider di applicazioni wireless negli Stati Uniti.

Aether Systems investira’ 100 milioni di dollari in contanti nella nuova societa’ e sara’ azionista di maggioranza con il 60%, Reuters partecipera’ invece con 22 milioni di dollari.

Peter Job, Ceo di Reuter, ha commentato come l’Internet abbia creato due nuove opportunita’ per Reuters, dandole la possibilita’ di servire un mercato piu’ ampio, comprendendo gli investitori individuali, e permettendo l’attuazione di un modello piu’ efficiente di tagli dei costi.

Le nuove mosse dovrebbero infatti far risparmiare a Reuters 150 milioni di sterline l’anno entro il 2002.

Reuters si trovera’ cosi’ a concentrarsi su tre aree di attivita’, Reuters Financial, Instinet e Ventures, un veicolo per lo sviluppo di nuovi affari al di fuori del mercato finanziario che verra’ ribattezzato Reuterspace.

Il gruppo ha riportato per il 1999 profitti lordi di 632 milioni di sterline, un aumento del 9%, con utili di 30,2 pence in crescita del 13% e vendite in aumento del 3% a 3,12 miliardi di sterline.

Per quest’anno, pero’ gli utili dovrebbero essere piu’ bassi a causa di una sostanziale riduzione dei profitti della principale divisione Reuters Financial.

Questa nuova strategia rivolta verso l’Internet e’ esattamente quello che gli investitori speravano.

Qualche mese fa, ad una conferenza stampa, Peter Job sembro’ completamente disinformato e spiazzato circa le direttive del gruppo riguardo l’Internet; il titolo perse quota e scese a 516 pence.

Nei giorni scorsi, gli investitori avevano avuto qualche indiscrezione riguardo la nuova strategia, cosi’ e le azioni Reuters sono tornate a galla.

Subito dopo la notizia di oggi il titolo e’ cresciuto di 59,5 pence a 1066 pence, per poi assestarsi a 1045 pence, un aumento del 3,8% del valore.

Soprattutto dopo la fusione America Online (AOL)- Time Warner (TWX), le societa’ media sono state sotto i riflettori e anche Reuters ha dovuto dimostrare di essere al passo con le nuove tecnologie Internet.

La scorsa settimana Reuters aveva dato il via alla propria strategia annunciando la creazione del piu’ ampio e sicuro network di protocollo Internet con il gruppo di telecomunicazioni olandese Equant. La nuova societa’ formera’ un extranet che offrira’ servizi di telecomunicazione e business to business.

Il titolo Reuters (RTRSY) viene ora scambiato a Wall Street a 113,50 dollari, in aumento del 14,21%; quello Multex.com (MLTX) e’ a quota 31,56 dollari, il 5,65% in piu’ del valore; e Aether Systems (AETH) ha raggiunto 187 dollari, per un aumento del 2,75%.