Redigere un bilancio familiare, cinque miti da sfatare

3 Luglio 2020, di Mariangela Tessa

Redigere un bilancio familiare è un’attività in cui tutti dovrebbero cimentarsi.Questo per due motivi: primo perché in questo modo si può sviluppare l’abitudine al risparmio. Secondo, perché questo processo favorisce il raggiungimento dei propri obiettivi.

Ciò detto, quando si tratta di redigere un budget, spesso circolano falsi miti. Eccone alcuni, riportati da un articolo pubblicato sul sito “The Balance”

Mito 1: i budget devono essere super dettagliati

Un grosso malinteso sui budget è che devono essere estremamente dettagliati. Falso. Per farlo non è necessario ricorrere ad un Excel con una miriade di categorie. Non ci sono regole fisse da seguire. Negli ultimi tempi, tra l’altro, sono sempre più numerose le app che favoriscono il raggiungimento degli obiettivi di spesa.

Mito 2: non puoi andare oltre il tuo budget – Mai

Se è vero che in linea generale non si dovrebbe mai sfondare il tetto di spesa, a volte qualcosa può andare storto.

La parola d’ordine in questo caso è flessibilità.

Stabilire un livello massimo per le uscite, significa darsi delle linee guida, non delle regole rigide. Il budget non deve essere perfetto,  piuttosto deve andare nella direzione giusta per raggiungere l’obiettivo.

Mito 3: il budget richiede tempo

Puoi decidere di aggiornare le tue spese in un foglio di calcolo ogni giorno o ogni settimana oppure puoi impostare budget gratuitamente tramite app come Mint o Personal Capital. 

Le app salvano la vita di chi utilizza le carte di credito o debito per effettuare acquisti perché è possibile collegarle al proprio conto bancario e fare in modo che le proprie spese vengano raccolte automaticamente. 

Mito 4: i bilanci sono per le persone che …

C’è chi pensa che redigere un bilancio non sia un’attività necessaria per i ricchi o per coloro che, al contrario, hanno un reddito considerato basso. C’è chi invece crede di non aver bisogno di un budget solo perché non ha debiti. Nulla di più sbagliato.

Tutti possono beneficiare della definizione di un tetto di spese, questo indipendentemente dall’ammontare di denaro nel conto corrente.

Mito 5: Budget = Privazione

È tra le ragioni principali che allontanano le persone dalla definizione di un bilancio. Bilancio non vuol dire “privazione” ma “usare i soldi in modo intelligente”.

Il modo più semplice è concentrarsi sulle spese prioritarie e tagliare tutto il resto. In questo modo, si spenderà per le cose che rendono felice e non per quelle che non contano.