Reddito di cittadinanza: partono convocazioni Centri per l’impiego

25 Giugno 2019, di Alessandra Caparello

Potrebbe partire a breve la fase due del Reddito di cittadinanza, quindi la convocazione da parte dei Centri per l’impiego dei beneficiari della card per individuare offerte di lavoro compatibili.

Come spiega sul CorSera l’assessore al Lavoro del Lazio, Claudio Di Berardino “entro 30 giorni queste persone dovrebbero essere chiamate e profilate al fine dell’inserimento al lavoro”, quel percorso cioè che prevede una serie di azioni finalizzate a trovare un’occupazione (dai corsi di formazione alle vere e proprie offerte di lavoro).

Da domani, 26 giugno, i beneficiari del reddito che, in base alle caratteristiche dichiarate nelle domande sono stati individuati come soggetti tenuti alla sottoscrizione del Patto per il lavoro dovrebbero essere convocati dai Centri per l’impiego, per la registrazione nei loro sistemi informativi e per la presa in carico.

Un percorso quello dell’inserimento nel mondo del lavoro che sarà gestito dai Centri per l’impiego con l’ausilio di circa tremila navigator i cui nomi sono ora noti. Sono stati pubblicati infatti i vincitori del concorso per diventare uno dei 2.980 navigator previsti dal decreto sul reddito di cittadinanza. Tutti i canditati risultati vincitori alla prova selettiva verranno contattati “nei prossimi giorni”, fa sapere Anpal servizi, tramite posta elettronica.

Anpal servizi non dà seguito alla contrattualizzazione ovvero procede alla risoluzione del rapporto di collaborazione dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o più requisiti previsti dall’avviso. Le eventuali difformità riscontrate rispetto a quanto dichiarato o documentato dagli interessati saranno segnalate all’Autorità giudiziaria. La contrattualizzazione dei vincitori è disposta con riserva di accertamento dell’effettiva disponibilità, anche sulla base delle convenzioni stipulate con le singole regioni, delle posizioni ricercate su base provinciale ai sensi dell’avviso. In mancanza non si procederà alla contrattualizzazione dei vincitori senza che alcun diritto possa dagli stessi essere reclamato in forza dell’avvenuta selezione.