Quasi un giovane su due senza lavoro: così crescere è impossibile

31 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Secondo i dati diffusi dall’Istat il mese scorso il tasso di disoccupazione è al 12,3%, in diminuzione di 0,3 punti percentuali in termini congiunturali ma in aumento di 0,1 punti nei dodici mesi.

Sempre a giugno gli occupati sono 22 milioni 398 mila, in aumento dello 0,2% rispetto al mese precedente (+50 mila) e sostanzialmente invariati su base annua.

Il tasso di occupazione, pari al 55,7%, cresce di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,1 punti rispetto a dodici mesi prima. Il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 153 mila, diminuisce del 2,4% rispetto al mese precedente (-78 mila), mentre aumenta dello 0,8% su base annua (+26 mila).

Ancora in crescita invece la disoccupazione giovanile. Secondo i dati diffusi da Istat i disoccupati tra i 15 e 24 anni a giugno ammontano a 701 mila.

Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è pari al 43,7%, in crescita di 0,6 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,3 punti nel confronto tendenziale.

È calata intanto per la prima volta in tre mesi la disoccupazione in Germania, un segnale che il mercato del lavoro si sta lentamente riprendendo nella maggiore forza economica d’Europa.

Lieve calo della disoccupazione a giugno nell’area euro. Secondo i dati Eurostat i senza lavoro sono l’11,5% rispetto all’11,6% del mese precedente. Si tratta del valore piu’ basso dal settembre del 2012.
(TMNews-Asca)