Quasi la metà degli americani crede ancora nel creazionismo

4 Giugno 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Altro che Darwin e la teoria dell’evoluzionismo. La metà quasi degli americani, esattamente il 46% crede ancora nel creazionismo, ovvero ritiene che Dio abbia creato l’essere umano nella sua forma attuale. E’ quanto trapela da un sondaggio di Gallup, che ha un margine massimo di errore di 4 punti percentuali, e che è stato condotto prendendo un campione di 1.012 americani, contattati telefonicamente.

Un terzo ha risposto di ritenere che gli esseri umani si siano evoluti “seguendo la guida di Dio”, mentre solo il 15% ha detto di credere in un concetto di evoluzionismo in cui Dio non abbia giocato alcuna parte; ciò significa che il 78% degli americani è dell’idea che la presenza di Dio, durante il processo evolutivo – e per coloro che ci credono – ci sia comunque stata.

Gallup è arrivata alla conclusione ponendo di fatto tre domande ben precise: “Gli esseri umani si sono sviluppati in milioni di anni partendo da forme di vita meno avanzate, ma Dio ha creato questo processo; gli esseri umani si sono sviluppati in milioni di anni partendo da forme di vita meno avanzate, ma Dio non ha avuto alcuna parte nel processo; Dio ha creato gli esseri umani nella forma forma attuale negli ultimi 10.000 anni circa.

Dallo studio è emerso che è più probabile che gli americani più religiosi siano repubblicani, visto che il 58% dei repubblicani crede nel creazionismo, rispetto al 39% degli Indipendenti e al 41% dei Democratici.