Putin e la super bomba atomica Satan 2. Capace di distruggere il Texas

26 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

MOSCA (WSI) – Si chiama Satan 2 ed è la nuova bomba atomica creata dalla Russia, capace di raggiungere la coste est e quella ovest, duemila volte più potente della bomba di Nagasaki e Hirosima, che a confronto sembrano “micette”.

Il Cremlino ha mostrato le proprie immagini del “mostro”, capace di devastare territori delle dimensioni del Texas, come scrive Direttanews citando fonti russe. Si tratta in particolare di 16 testate nucleari chiamare RS- 28 Sarmat che prenderanno il posto delle SS-18 Satan. Una minaccia per i rapporti già gelidi con gli Stati Uniti a seguito della situazione siriana. Intanto nei giorni scorsi otto vascelli russi guidati da una portaerei sono stati localizzati nei Mari del Nord, “marcati a uomo” da navi da guerra della Royal Navy inglese, come confermato dal ministero della Difesa. Mentre la flotta russa è inseguita da due navi da guerra britanniche, due corvette diretti in Gran Bretagna attraverso il Golfo di Biscaglia vengono inseguite dal HMS Dragon. La BBC inoltre ha reso noto che quattro Paesi membri della Nato – Norvegia, Gran Bretagna, Francia e Spagna – hanno fatto decollare i propri jet quando due bombardieri russi sono passati molto vicini ad aree cosiddette di influenza. Episodi che fanno alzare il livello di allerta, un vero e proprio clima da nuova Guerra Fredda.”>Direttanews citando fonti russe. Si tratta in particolare di 16 testate nucleari chiamare RS- 28 Sarmat che prenderanno il posto delle SS-18 Satan. Una minaccia per i rapporti già gelidi con gli Stati Uniti a seguito della situazione siriana.

Intanto nei giorni scorsi otto vascelli russi guidati da una portaerei sono stati localizzati nei Mari del Nord, “marcati a uomo” da navi da guerra della Royal Navy inglese, come confermato dal ministero della Difesa. Mentre la flotta russa è inseguita da due navi da guerra britanniche, due corvette diretti in Gran Bretagna attraverso il Golfo di Biscaglia vengono inseguite dal HMS Dragon. La BBC inoltre ha reso noto che quattro Paesi membri della Nato – Norvegia, Gran Bretagna, Francia e Spagna – hanno fatto decollare i propri jet quando due bombardieri russi sono passati molto vicini ad aree cosiddette di influenza. Episodi che fanno alzare il livello di allerta, un vero e proprio clima da nuova Guerra Fredda.