Private banking, club deal di Mediobanca compra una sede milanese di Fideuram ISPB

5 Agosto 2022, di Luca Losito

Altra operazione prestigiosa nell’ambito del private banking su un asset immobiliare nel centro del capoluogo lombardo. Kryalos sgr ha reso noto che Arete, fondo chiuso di investimento immobiliare alternativo promosso da Blackstone, ha perfezionato la vendita del trophy asset (ossia un immobile particolarmente richiesto dagli investitori) di via Montebello, 18 a Milano a un club deal di investitori istituzionali e UHNWI (Ultra High Net Worth Individual) coordinato da Mediobanca.

I club deal sono dei veri e propri sindacati d’investimento tra quegli individui o quelle famiglie molto facoltose. Essi si riuniscono in gruppi per effettuare investimenti in imprese al fine di sostenerne lo sviluppo e l’internazionalizzazione, realizzando al contempo un guadagno che vada ad incrementare il proprio patrimonio e a remunerare il rischio.

Tornando all’operazione immobiliare, Kryalos sgr continuerà a gestire l’immobile attraverso il neocostituito fondo di investimento alternativo immobiliare Milan Trophy RE Fund 4, quarto fondo sottoscritto da un club deal di investitori coordinato da Mediobanca, in considerazione della specifica conoscenza da parte della sgr dell’immobile e dell’ottimo track record della società.

Le caratteristiche dell’immobile acquisito da Mediobanca

L’asset cielo-terra presenta una superficie di oltre 30.000 mq sviluppati su otto piani fuori terra ad uso uffici e due piani interrati, usati principalmente come archivi e cantine, ed è situato nel cuore della città di Milano, tra il centro storico e il business district di Porta Nuova, nelle immediate vicinanze di monumenti simbolo della città come il Castello Sforzesco e Palazzo Brera, in un’area fortemente attrattiva e al centro dell’interesse di investitori nazionali ed internazionali.

Edificato nel 1963 e interamente locato a Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, l’immobile è stato di recente oggetto di un importante intervento di riqualificazione, realizzato secondo i più elevati standard qualitativi, ambientali ed energetici, che lo ha reso un asset di gGrado A con certificazioni LEED Gold e BREEAM In-Use Very Good.

Tali certificazioni hanno reso possibile il finanziamento dell’operazione tramite green loan, strumento del mercato creditizioemesso allo scopo di finanziare un progetto “green”, avente un impatto positivo per l’ambiente econforme ai green core components previsti dai green loan principles. Le banche finanziatrici sono BNP Paribas e Intesa Sanpaolo, con il ruolo anche di bookrunner del finanziamento, e BPER Banca che ha agito come mandated lead arranger. Il finanziamento prevede che la sgr, quale società di gestione del fondo, monitori costantemente le performance dell’immobile relativamente agli aspetti di impatto ambientale e di conformità ai principi green, e fornisca inoltre alle banche un rapporto green periodicamente aggiornato. BNP Paribas ha agito anche con il ruolo di green loan coordinator.

I commenti all’operazione

Paolo Bottelli, amministratore delegato di Kryalos sgr, ha commentato: “La finalizzazione di questa operazione è per noi particolarmente importante perché, da un lato, conferma e rafforza la partnership con Mediobanca e, dall’altro, rappresenta un benchmark di settore connesso alle modalità di finanziamento green che rappresenta un ottimo strumento di supporto ai nostri obiettivi di sostenibilità e, più in generale, un sostegno determinante per promuovere e favorire la transizione ad un modello economico più green”.

Angelo Viganò, head of Mediobanca Private Banking, ha aggiunto: “Il successo di questa nuova operazione conferma la validità del nostro modello di Private Investment Bank fortemente integrato all’interno del gruppo. Abbiamo permesso ai nostri clienti di accedere a un’opportunità di investimento unica in un comparto, come quello del real estate, particolarmente attrattivo soprattutto in questa fase inflattiva”.