Prezzi +3,8% in Italia, la benzina piu’ cara al mondo

30 Aprile 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – I mercati azionari europei erano in buon rialzo nella prima mattinata. Fino a quando non sono state pubblicate le ultime cifre macro relative all’andamento dei prezzi al consumo nell’area della moneta unica. Da quel momento le borse hanno virato in rosso e al momento scambiano in calo di mezzo punto percentuale di media.

L’inflazione corre a un ritmo preoccupante, piu’ alto del previsto, nell’Eurozona. In aprile il rialzo e’ stato del +2,6% nella regione, a fronte del +2,5% atteso dagli analisti e del 2,7% del mese precedente. In risultato e’ stato pari al +3,8% in Italia.

Da noi il prezzo della benzina e’ aumentato su base annua del 20,8%, in forte accelerazione rispetto al 18,6% di marzo, mentre su base mensile sale del 3,1%.

Lo rileva l’Istat nelle stime preliminari, aggiungendo che il rialzo tendenziale e’ il piu’ alto almeno dal gennaio del 1996. Si tratta inoltre del costo piu’ salato di tutto il mondo industrializzato.