Poste Italiane alza obiettivi di fine anno, utile netto a 1,3 miliardi

11 Novembre 2021, di Mariangela Tessa

Primi nove mesi in forte crescita per il gruppo Poste Italiane, che ha archiviato il periodo al 30 settembre con utili e ricavi in crescita due cifre. E ha deliberato, in linea con la dividend policy, la distribuzione di un acconto sul dividendo pari a 0,185 euro per azione (+14%).

Ma veniamo ai conti. Da gennaio a fine settembre, il gruppo ha visto l’utile netto raggiungere  1,174 miliardi in crescita del 30,7% rispetto allo stesso periodo del 2020 a fronte di ricavi in aumento dell’11,7% a 8,445 miliardi, +29,8% l’ebit a 1,61 miliardi.

Nel solo terzo trimestre l’utile netto è risultato in crescita del 13,6% a 401 milioni, +7,3% i ricavi a 2,761 miliardi, +18,3% l’ebit a 566 milioni.

Poste Italiane: rivisto al rialzo l’outlook 2021

Sulla base di questi dati “positivi e in crescita anche rispetto ai livelli pre-pandemia” la società ha rivisto al rialzo gli obiettivi del 2021 e prevede ora l’ebit a 1,8 miliardi e l’utile netto a 1,3 miliardi esclusa la rivalutazione di Sia.

“Abbiamo conseguito solidi risultati, nel contesto di un continuo miglioramento dell’economia italiana, con tutte le nostre attività che hanno ripreso ancor più slancio nella crescita rispetto alla fase precedente la pandemia, a dimostrazione della validità del nostro modello di business diversificato”, ha detto l’A.d Matteo Del Fante.  “Il successo ottenuto nell’implementazione del Piano industriale “24SI” è alla base dell’aggiornamento della nostra guidance per il 2021.  Prevediamo ora – indica – che i ricavi per l’intero anno aumentino di circa 100 milioni di euro rispetto al nostro obiettivo originario”

Guardando ai vari settori, continua la crescita in tutti i comparti del business dei pacchi e il recupero dei ricavi da corrispondenza; si registra una crescita costante di pagamenti e mobile mentre i servizi finanziari e assicurativi sono supportati da solide performance della rete di distribuzione.

Le attività finanziarie totali  in gestione dei clienti sono pari a 582 miliardi, al di sopra degli obiettivi previsti per il 2021.

Tra gli obiettivi prevedibili della gestione, il gruppo, spiega la nota, proseguirà il percorso di evoluzione dell’offerta con l’ingresso nel mercato dell’energia previsto nel corso del 2022 e con lo sviluppo dei segmenti strategici dei pacchi, della monetica e della protezione.

Dividendi in arrivo

Visti i positivi risultati dei primi nove mesi del 2021, Poste Italiane ha proposto la distribuzione di un acconto del dividendo 2022 (relativo all’esercizio 2021) per un ammontare di 0,185 euro per azione. La cedola verrà staccata lunedì 22 novembre 2021 e messa in pagamento il 24 novembre.