Piazza Affari si gode la rimonta

10 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Prosegue sui massimi intraday la borsa milanese assieme alle sorelle europee, spinta anche dalla buona partenza di Wall Street. Il sentiment resta alle stelle grazie al maxi-Piano da 750 miliardi messo a punto dalla UE con il sostegno del Fondo Monetario Internazionale nel fine settimana, dopo le rovinose perdite subìte dai mercati finanziari la scorsa ottava, con Piazza Affari in rosso di oltre il 12% sui principali indici. Sul mercato valutario l’euro resta vittima delle prese di beneficio dopo un picco oltre gli 1,30 usd. Il cross eur/usd vale al momento 1,2834. Resta caldo il prezzo del petrolio, con il Wti a 76,75 dollari al barile mentre l’oro staziona a 1.200 dollari l’oncia. Sulla borsa milanese il Ftse All-Share mostra una risalita del 9,33% ed il Ftse Mib un vantaggio del 10,13%. Il future sul Fib scadenza giugno vola a 20.330 punti, con un massimo giornaliero a 20.485. Di colore verde intenso tutto il paniere del Ftse Mib, con le banche in pole position. Il settore in questione si prende una rivincita visto che era stato il più colpito dalle vendite nell’ultimo periodo. Intesa, Unicredit, Mediobanca, Pop Milano, Bco Popolare e Mps stanno registrando una plusvalenza di oltre dieci punti percentuali fino ad oltre il 18%. In tensione anche gli assicurativi, come Generali, mentre tra le tlc spicca Telecom. Restano indietro le utilities, ma con rialzi sempre molto ampi nell’ordine del 2-3%, come Snam, Terna e A2A.