PIAZZA AFFARI ALLA FINESTRA, ATTENDE IL NASDAQ

7 Aprile 2000, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora e mezza dall’apertura di Wall Street, anticipata da una crescita del Globex pari a 3,8 punti, resta molto volatile la situazione sulle Piazze europee e in Italia in particolare.

Alle 14, giro di boa per la seduta di Piazza Affari, il Mibtel perde lo 0,20% e il Mib30 sacrifica lo 0,49%.

I temi non presentano grosse novità, con il Nuovo Mercato molto attivo, Espresso in rialzo ma media sofferenti; depressi i comparti bancario e assicurativo.

Adesso l’attenzione si punta al di là dell’Atlantico per capire dall’andamento del Nasdaq se quanto si è verificato nelle ultimissime sedute rappresenta realmente un’inversione di tendenza o se si è trattato solo di un rimbalzo.

Oggi poi dagli Usa è in arrivo il dato sul mercato del lavoro americano riferito a marzo.

Si attende un valore forte, a rischio per quanto riguarda le prospettive sui tassi di interesse.

Spiegano tuttavia gli analisti che quello di marzo è generalmente un mese difficile in quanto il dato può essere falsato dalla presenza di un alto numero di lavoratori temporanei, destinati comunque a uscire dalle statistiche del lavoro nei prossimi mesi.

Bisogna quindi capire cosa c’è di strutturale in un eventuale aumento prima di preoccuparsi delle possibili manovre restrittive nella politica monetaria americana.