Patto Ue per il vaccino anti-coronavirus, obiettivo raccogliere 7,5 miliardi. Gates chiama Conte

4 Maggio 2020, di Mariangela Tessa

“World against Covid-19”, ovvero, il “Mondo contro il Covid-19”: questo il nome dell’iniziativa della Commissione europea, dei capi di stato e di governo di Italia, Francia, Germania e Norvegia, che annunciano un piano di cooperazione globale per la ricerca di un vaccino che azzeri il coronavirus, una mossa che coinvolgerà scienziati e autorità di normazione, industria e governi, organizzazioni internazionali, fondazioni e operatori sanitari.

L’iniziativa culminerà oggi (4 maggio) in una conferenza di donatori. Il testo è firmato da Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana; Emmanuel Macron, Presidente della Repubblica Francese; Angela Merkel, Cancelliera federale della Repubblica Federale di Germania; Charles Michel, Presidente del Consiglio Europeo; Erna Solberg, Primo ministro del Regno di Norvegia; Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione europea.

Ma quella in partenza oggi, così come ha spiegato all’ANSA la commissaria Ue alla salute Stella Kyriakides,  sarà solo l’inizio di una lunga maratona”.  L’obiettivo è raccogliere 7,5 miliardi di euro insieme a paesi Ue ed extra Ue l’Oms, Bill & Melina Gates Foundation, il Wellcome Trust e l’Alleanza globale per i vaccini Gavi.

I fondi serviranno non solo “a sviluppare le cure ma anche a condividerle con tutto il mondo, dando una risposta globale a un problema globale”, sottolinea Kyriakides. “Se troviamo un vaccino e quando avremo terapie di successo – insiste – dovremo essere in grado di condividerle con altri paesi, non solo con gli Stati membri dell’Ue, nessuno deve essere lasciato indietro in una pandemia globale”.

E l’industria farmaceutica?

“Sono coinvolti – assicura – anche se non sono ancora a conoscenza di loro donazioni, vedremo dopo il 4 maggio”.

E proprio in vista dell’appuntamento di oggi, il premier Conte ha ricevuto sabato sera una telefonata dal fondatore di Microsoft Bill Gates. Durante il colloquio Gates ha elogiato le eccellenze della ricerca italiana sui vaccini e ha ringraziato il nostro Paese per il contributo finanziario alle sue fondazioni.

Gates e Conte hanno concordato sul fatto che la cooperazione globale nella lotta al coronavirus di cui la “Pledging Conference” di oggi  promossa dalla Commissione europea – di cui l’Italia è co-host – rappresenta un primo importante step.

In particolare, il Presidente Conte ha ribadito l’intenzione italiana di tenere ben in evidenza queste tematiche nell’agenda del G20 del 2021, di cui il nostro Paese assicurerà la Presidenza, elemento questo fortemente sostenuto da Bill Gates anche nella prospettiva di fornire adeguata tutela a quei Paesi in via di sviluppo che dovessero risultare colpiti dalla pandemia e meno attrezzati a farvi fronte.