NWG Energia, cento per cento sostenibili

17 Giugno 2019, di Redazione Wall Street Italia

L’articolo è tratto dal magazine Wall Street Italia di giugno e fa parte del lungo dossier dedicato alla sostenibilità

di Ilaria Sangregorio

In un mondo che ha messo finalmente al centro lo sviluppo sostenibile, sempre più imprese stanno cambiando il loro modello di business. Sono le società Benefit orientate non alla massimizzazione del profitto bensì̀ del welfare. NWG Energia è stata la prima in Italia a fregiarsi di questa definizione e della certificazione B-Corp.
L’azienda, nata nel 2014 da Antonio Rainone e Francesco D’Antini, i soci fondatori di NWG Energia, società che opera nella green economy dal 2003, ha l’obiettivo di commercializzare energia 100% rinnovabile e diffondere comportamenti ecosostenibili tra le famiglie e le PMI.

 

Wall Street Italia ha intervistato Massimo Casullo, presidente di NWG Energia, leader nella fornitura di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili.

Che importanza ha per voi la certificazione B-Corp?

NWG Energia è l’unica azienda che ha fatto una scelta etica fin dal principio, includendo nello Statuto, l’obiettivo di fornire solo energia rinnovabile.
A cinque anni di distanza ha compreso che i consumatori sono in grado di valutare un’azienda che propone valori differenti rispetto ad altre, focalizzandosi sulla sostenibilità come elemento cardine nelle loro scelte. Pertanto essere una Benefit Corporation è un valore aggiunto.

Come si diventa una B-Corp? Che impatto ha sui dipendenti un approccio “etico”?

Esiste un ente non-profit internazionale, B-LAB, che ci ha sottoposto ad una rigorosa valutazione e ha riconosciuto elevati standard in materia di performance sociale e ambientale. Nel 2016 abbiamo così ottenuto la certificazione di “B-Corp” e siamo diventati anche la prima Società Benefit nel settore delle Utilities in Italia, posizione che ha un impatto positivo anche sui dipendenti e sui collaboratori esterni.

Oltre alla suddetta certificazione,  il vostro modello di business ha ricevuto  altri riconoscimenti?

Il 29 maggio scorso siamo stati insigniti da Deloitte del Premio “Best Managed Companies”, rientrando tra le 46 aziende italiane che si sono distinte per strategia, innovazione, governance e sostenibilità. Il Sole 24 Ore ci ha inoltre inserito tra le aziende “leader nella crescita” al 64esimo posto su 350 aziende classificate, a fronte di un totale di 6000 esaminate. Secondo il Financial Times siamo tra le realtà con la più grande crescita imprenditoriale negli ultimi tre anni in Europa su un ventaglio di 1.000 imprese.


New World in Green è un evento organizzato con ANTER per sensibilizzare cittadini istituzioni e aziende sull’ambiente. Può illustrarci il progetto?

New World Green è il convegno che ha affrontato in maniera trasversale le problematiche legate al cambiamento climatico invitando figure di spicco soprattutto in ambito scientifico che hanno illustrato i prossimi scenari in Italia e in Europa.
Durante l’anno inoltre sosteniamo “Il Sole in Classe”, il progetto educativo di ANTER che porta nelle scuole la conoscenza e il corretto utilizzo delle energie rinnovabili. Dal 2014 sono stati realizzati oltre 2400 eventi con oltre 180.000 alunni . Con “SalviAmo il Respiro della Terra”, inoltre, supportiamo una ricerca scientifica volta a misurare, grazie alla cooperazione con l’Università di Cassino, l’esposizione dei bambini alle polveri ultrasottili, in modo da valutare il rischio a cui sono sottoposti.


La sostenibilità è un trend passeggero o un trend concreto? 

Per chi come noi lavora in questo ambito da anni non è pensabile sia un trend passeggero. Oggi chiaramente vediamo in modo costante dibattere su temi ambientali, basti pensare all’interesse suscitato da Greta Thunberg. L’impegno delle imprese è poi in forte crescita. Google, ad esempio, dal 2017 utilizza interamente energia rinnovabile, la banca JP Morgan ha dichiarato di voler seguire la stessa strada. Quando si muovono questi colossi non si può parlare più di trend passeggero.


Noi italiani siamo davvero sensibili ai temi della sostenibilità? Quanto siamo “consapevoli”?

Abbiamo preso conoscenza dei problemi del nostro pianeta tra cui quello climatico. Abbiamo iniziato a fare scelte di consumo con cognizione scegliendo prodotti a km 0, illuminazione a LED, impianti fotovoltaici, ecc., permettendo una riduzione di emissioni di CO2. Anche la scelta di un fornitore di energia rinnovabile aiuta: si risparmia circa 1.400 kg/ CO2 all’anno per una famiglia di quattro persone. I clienti di NWG Energia, dal 2014 ad oggi, hanno evitato 477.077.136 Kg/CO2 Questi risultati devono essere solo un punto di partenza per migliorare ed è doveroso, come cittadini, essere fiduciosi e ottimisti nel futuro.

Leggi il sommario del magazine Wall Street Italia in edicola e gli approfondimenti sul Trend ESG.