NUOVO CALO DEL GREGGIO, SOTTO I $60 AL BARILE

9 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Petrolio sotto quota 60 dollari a New York. Il Wti per consegna agosto, dopo aver avviato la seduta ufficiale a 61,17 dollari, scivola a 59,78 dollari e segna i minimi dal 19 maggio.

Ieri il Wti aveva archiviato la seduta a 60,14 dollari al barile. Questa mattina la Banca centrale europea ha confermato che l’attività economica dovrebbe restare debole per tutto il 2009, ma con una riduzione meno pronunciata rispetto al primo trimestre di quest’anno e successivamente, dopo una fase di stabilizzazione, è prevista una graduale ripresa, con tassi di crescita positivi sul trimestre precedente entro la metà del 2010.

Nel pomeriggio il direttore generale dell’Fmi Dominique Strauss-Kahn ha ribadito dall’Aquila che l’economia mondiale è in una fase di ripresa ma resta un marcato rischio disoccupazione, oggi vicina al 10% nell’Ue e negli Stati Uniti. «Anche se la crescita tornerà nel 2010 – ha detto strauss-Kahn – avremo un aumento della disoccupazione nel 2010 e nel 2011».

Copyright © Il Sole 24 Ore. All rights reserved