Numero uno ABN Amro travestito da donna per i dipendenti prende in giro banksters

17 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

AMSTERDAM (WSI) – Nell’immaginario collettivo il banchiere è una figura sobria, cinica e austera calvinista per eccellenza. In Olanda su un palcoscenico è accaduto qualcosa di straordinario per smentire questo falso mito.

Il pubblico è formato dai dipendenti della banca ABN Amro. In scena Gerrit Zalm, il numero uno dell’istituto ed ex ministro delle Finanze olandese, travestito da donna. Interpreta la sorella Priscilla del presidente.

“Lui, un semplice impiegato non ha mai digerito che io come gestore di un bordello, sia un imprenditore di successo”.

“Avrebbe voluto anche lui, ma non ha il mio potenziale – aggiunge Priscilla – io ho un ottimo front office, la banca ha molto da imparare dalle migliori pratiche della mia azienda”.

Il motto “metti il cliente al primo posto dove pensate che sia nato? Nel mio settore, mica in quello bancario”. “Mio fratello ha smesso di lavorare molto tempo fa, perché ha deciso di guadagnare con un vero lavoro e “questa è l’unica scelta giusta che ha fatto”.

Il manager di quella che veniva chiamata una volta “La banca”, dimostra di avere un grande senso dell’humour, ironizzando anche sul tanto criticato sistema bancario. Oppure forse – in un’interpretazione più cinica di questa grande idea – è in cerca di pubblicità in vista del collocamento della banca in Borsa.

La banca è stata salvata dall’intervento pubblico e ora l’Olanda punta a collocarla in Borsa entro il 2015. Qualcuno ipotizza già che questo show potrebbe tornare utile come spot pubblicitario in vista del ritorno ai privati di ABN Amro. Potrebbero usare Priscilla.