Yahoo! in crisi: taglia 15% della forza lavoro e pensa a cessioni

3 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – E’ pronta a tagliare il 15% della sua forza lavoro e a pensare alternative strategiche che potrebbero includere la vendita della sua attività internet di base, acconsentendo così alle richieste dei suoi investitori.  Questo ha annunciato Yahoo! nei giorni scorsi cercando così di placare i suoi investitori.

Il Ceo Marissa Meyer, molto criticata dagli stessi investitori, ha affermato che la società si allontanerà dalle sue operazioni in Europa e America Latina, e limiterà quelle in Nord America, Regno Unito, Germania, Hong Kong e Taiwan. Ma alcuni azionisti hanno sottolineato che queste proposte non porteranno Yahoo! tanto lontano.

“Riteniamo che il piano strategico non affronta pienamente le questioni fondamentali che hanno distrutto il valore delle azioni”, ha detto un portavoce di SpringOwl, un fondo che detiene azioni Yahoo, citando le partnership strategiche sbagliate e la spesa fuori controllo, come le principali fonte di preoccupazione.

Così gli azionisti premono per cedere a titolo definitivo della società, e diverse società di private equity – tra cui Verizon e AT&T e gruppi di media digitali come IAC – stanno valutando un possibile acquisto dell’ internet business di Yahoo!.