Worldline +9% alla borsa di Parigi con rumor Credit Agricole, l’effetto su Nexi. Focus su accordo con Volksbank

di Laura Naka Antonelli
1 Dicembre 2023 16:02

Focus sul titolo della paytech francese Worldline, che schizza alla borsa di Parigi fino a oltre +9%, dopo le indiscrezioni riportate da Bloomberg sulla possibile mossa di Credit Agricole.

L’effetto Worldline si riflette anche sul trend dei titoli del settore, come Nexi e Adyen, altre società attive nel comparto dei pagamenti digitali, che puntano verso l’alto.

Stando a quanto ha riportato Bloomberg, la banca francese Credit Agricole starebbe considerando l’opzione di acquistare una quota in Worldline, al fine di stabilizzare il partner nei pagamenti.

Proprio nella giornata di ieri Worldline, leader internazionale nei pagamenti digitali, ha annunciato di avere attivato l’accordo con Volksbank per l’emissione delle carte di pagamento in Italia.

Si è trattato del primo accordo di questo genere che Worldline ha concluso con un istituto bancario italiano.

Volksbank, di matrice altoatesina, è infatti oggi uno dei principali istituti del Triveneto, con oltre 160 filiali presenti sul territorio e poco meno di 300.000 clienti.

“Questa nuova partnership – si legge nel comunicato congiunto che è stato diffuso da Worldline e Volksbank – consente a Volksbank di poter fornire ai propri clienti servizi che la possono distinguere sul mercato già oggi e di poter contare sugli ulteriori servizi innovativi su misura che saranno messi a punto in collaborazione con Worldline”.

Nella giornata di ieri l’accordo era stato commentato così da Alessandro Baroni, Head of Financial Services di Worldline:

“Siamo molto soddisfatti di aver concluso questo accordo in Italia con un partner come Volksbank, che è una banca molto solida, attenta all’innovazione, oltre che a capitalizzare le opportunità offerte dal digitale, mercato che esige un approccio sempre più sartoriale. Vogliamo estendere questa tipologia di collaborazione ad altri Istituti di credito applicando la nostra capacità di declinare l’offerta che sviluppiamo a livello internazionale sulle caratteristiche del nostro Paese e sulle tipologie dei singoli istituti, che in molti casi sono di natura territoriale. Ogni nostra soluzione è pensata per essere calata nella realtà locale, rispettando le specificità dell’operatore stesso.

Alberto Naef, Direttore Generale di Volksbank, ha descritto l’accordo sottolineando che la banca altoatesina ha “scelto un partner come Worldline, attivo soprattutto nella regione transalpina, area che presenta diverse affinità con la nostra banca e i nostri clienti, per la sua affermata esperienza internazionale in ambito dei pagamenti sia tradizionali che innovativi“.

Naef ha così continuato:

Il nostro obiettivo è quello di offrire un servizio di eccellenza alla nostra clientela e di sviluppare soluzioni innovative con un partner in grado di supportarci in questo percorso: siamo convinti che Worldline possieda queste doti.