Wall Street, tecnologici come Tesla e Facebook pesano sull’andamento generale

2 Novembre 2017, di Daniele Chicca

Negli Stati Uniti dopo quasi un’ora di contrattazioni il Nasdaq scambia in ribasso appesantito dai cali di Facebook e Tesla, mentre l’indice S&P 500 e il paniere delle blue chip Dow Jones sono piatti. Alle 16.15 il gruppo dei Repubblicani alla Camera presenterà il disegno di legge sull’ambiziosa riforma fiscale Usa e per ora il dollaro non sembra apprezzare i contenuti che sono usciti nelle indiscrezioni stampa. Sempre oggi, poi, il governo americano annuncerà il nome del sostituto di Janet Yellen alla presidenza della Fed a partire da febbraio dell’anno prossimo. Il prescelto dovrebbe essere, nel segno della continuità, Jerome Powell.

I titoli Facebook cedono l’1,4% dopo che l’azienda leader nei social network ha annunciato che prevede un balzo delle spese tra il 45 e il 60% l’anno prossimo. Le azioni Tesla scivolano di almeno il -6% dopo che la casa di auto elettriche ha registrato la peggiore perdita trimestrale di sempre e ha posticipato di circa tre mesi gli obiettivi delle auto berlina Model 3. In ribasso sette degli 11 settori principali dell’S&P 500, in particolare quelli del settore tecnologico e di beni al consumo discrezionali.