Wall Street poco mossa, digerisce dati Pil

30 Aprile 2018, di Mariangela Tessa

Seduta poco mossa quella di venerdì scorso a Wall Street. Gli investitori hanno digerito la prima lettura del Pil di gennaio-marzo, periodo in cui l’economia Usa è cresciuta al tasso annualizzato del 2,3% contro attese per un +1,8%. Il focus è andato sulla misura dell’inflazione preferita dalla Federal Reserve, salita nel primo trimestre del 2,7%, dimostrazione dell’aumento delle pressioni inflative che potrebbero costringere la Fed ad alzare i tassi un totale di quattro volte contro le tre previste per il 2018.

Il DJIA ha perso 11,15 punti, lo 0,05%, a quota 24.311,19 portando a un -0,6% il bilancio settimanale. L’S&P 500 ha aggiunto 2,97 punti, lo 0,11%, a quota 2.669,91 terminando l’ottava poco mosso. Il Nasdaq Composite ha guadagnato 1,12 punti, lo 0,02%, a quota 7.119,8 ma in settimana ha perso lo 0,4%.