Wall Street parte col segno meno, dopo i nuovi record della vigilia

2 Dicembre 2020, di Mariangela Tessa

Atteso avvio negativo per la Borsa Usa. Pesano i deludenti dati occupazionali annunciati da ADP ma anche l’impasse del piano di stimoli fiscali e del possibile fallimento delle trattative per la Brexit.

Dicembre è iniziato con nuovi massimi toccati in chiusura da S&P 500 e Nasdaq Composite, in scia ai rialzi di novembre, con le buone notizie arrivate dai dati economici europei, cinesi e statunitensi, e dai vaccini sperimentali, che potrebbero essere disponibili già prima di Natale; il Regno Unito, intanto, è stato il primo a dare il via libera al vaccino di Pfizer (+3,17%) e BioNTech (+4,82%).

A New York, l’indice Dow Jones scambia con un calo dello 0,42%, l’S&P-500 ha un andamento dimesso e scambia sotto i livelli della vigilia a 3.648 punti. In discesa il Nasdaq 100 (-1%); sulla stessa tendenza, sotto la parità l’S&P 100, che mostra un calo dello 0,48%.