Wall Street in rosso venerdì, ma bilancio settimanale resta positivo

16 Aprile 2018, di Mariangela Tessa

Chiusura in rosso per la seduta di venerdì scorso a Wall Street. A condizionare l’andamento negativo ha contribuito tra le altre cose la stagione americana delle trimestrali, iniziata male nonostante conti superiori alle stime di JP Morgan (-2,7%), Citi (-1,55%) e Wells Fargo (-3,4%).

Anche se gli utili di queste banche hanno battuto le stime, quel che non ha convinto gli analisti e’ stato l’andamento delle attivita’ principali incluse quelle di trading che non hanno approfittato – come sperato – del riaccendersi della volatilità. Oggi sarà Bank of America (-2,77%) a pubblicare i conti.

Nel finale, DJIA ha lasciato sul terreno 122,91 punto, lo 0,5%, a quota 24.360,14. In settimana, l’indice delle 30 blue chip ha guadagnato l’1,8%. L’S&P 500 è scivolato di 7,69 punti, lo 0,3%, a quota 2.656,3 portando a un +2% il bilancio settimanale. Il Nasdaq ha perso 33,6 punti, lo 0,47%, a quota 7.106,65. Il listino tecnologico è salito del 2,8% nella settimana. Il contratto giugno del petrolio al Nymxe è salito dello 0,5% a 67,39 dollari al barile e in settimana dell’8,6%.