Wall Street in forte rialzo: Dow Jones +400 punti, Nasdaq +2,5%. Focus su Intel post annuncio Mobileye, Apple e Tesla

7 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Un’altra giornata di solidi acquisti a Wall Street, dopo che ieri il Dow Jones è balzato di 650 punti. Oggi, alle 16 circa ora italiana, il listino dei titoli industriali sale di 420 punti circa (+1,20%), a 35.648 punti; lo S&P 500 avanza dell’1,76% a 4.672 punti, mentre il Nasdaq fa +2,5% a 15.559 punti circa.

Gli acquisti sono generalizzati e interessano anche i titoli hi-tech, soprattutto i titoli dei colossi produttori di chip, dopo l’annuncio di Intel, relativo al piano di quotare in borsa Mobileye, la società israeliana di guida autonoma che ha acquistato per $15,3 miliardi nel 2017, per espandersi in altri segmenti di mercato.

Intel, che ha intenzione di lanciare un’operazione di Ipo attraverso un’offerta di nuove azioni Mobileye, ha precisato che rimarrà il principale azionista del gruppo. Sulla scia dell’annuncio il titolo Intel segna un rally del 5,5%, mentre Nvidia – altro produttore di semiconduttori – sale del 2,5%.

In evidenza anche i buy sui titoli Apple +3% e Tesla +3%.

Apple beneficia della nota di Morgan Stanley, che ha reiterato il rating outperform sul titolo, alzando contestualmente il target price a $200. La mossa è stata giistificata con l’impegno del colosso degli iPhone a rafforzarsi nelle attività della realtà virtuale e della realtà aumentata.

Buy anche su Tesla, sulla scia del giudizio degli analisti di Ubs, che hanno detto che il produttore di auto elettriche si confermerà la forza dominante dell’industria per tutto l’anno prossimo.

Acquisti solidi sull’azionario globale, con lo smorzarsi dei timori sulla variante Omicron che, in base alle ultime notizie, sembra meno grave di quanto temuto.

A sostenere l’ottimismo delle borse è, tra i vari fattori, anche la politica monetaria espansiva della Cina, con l’annuncio arrivato nella giornata di ieri, a mercati chiusi, dalla banca centrale People’s Bank of China: l’istituzione ha reso noto che taglierà il reserve requirement ratio, RRR, ossia le riserve obbligatorie che le banche devono detenere, per la seconda volta quest’anno, iniettando nell’economia 1,2 trilioni di yuan, l’equivalente di $282 miliardi.

Tra i titoli, positivo anche GlaxoSmithKline, dopo che il colosso farmaceutico ha annunciato che il trattamento sviluppato contro il Covid si è mostrato efficiente nel trattare i casi di pazienti contagiati dalla variante Omicron.

Riguardo ai Treasuries Usa, i tassi decennali sono in rialzo all’1,453%.