Wall Street in calo, pesa volata petrolio

17 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

La seduta di ieri a Wall Street è stata archiviata in calo sulla scia del balzo – il maggiore dal gennaio 2009 – del greggio dovuto agli attacchi di sabato contro infrastrutture saudite cruciali che hanno mandato in tilt metà della produzione giornaliera locale.

Il timore che la corsa del petrolio possa andare a pesare ulteriormente su un’economia già in rallentamento ha pesato sul Dow Jones Industrial Average in calo per la prima volta dopo otto sedute di fila in rialzo. L’indice delle 30 blue chip ha perso lo 0,5% a 27.076,82. L’S&P 500 ha ceduto lo 0,3% a 2.997,96. Il Nasdaq Composite è scivolato dello 0,3% a 8.153,54.

Tornando al petrolio, il contratto ottobre del Wti è salito del 14,7% -top dal 22 settembre del 2008 – a 62,9 dollari al barile, massimi dello scorso maggio.