Wall Street: gennaio da record, mai così bene dal 2016

1 Febbraio 2018, di Mariangela Tessa

Seduta all’insegna della volatilità quella di ieri a Wall Street. Gli indici erano virati in ribasso sul timore che la Federal Reserve possa aumentare i tassi piú rapidamente del previsto nel corso del 2018; poi sono riusciti a risollevarsi archiviando un mese in rally. Per il DJIA è stato il migliore dal marzo 2016, come per l’S&P 500. Per il Nasdaq Composite è stato il mese migliore dall’ottobre 2015.

Arrivato a guadagnare fino a 261 punti e poi a perderne 25, il DJIA ne ha aggiunti 72,5, lo 0,28%, a quota 26.149,39, un record. L’S&P 500 è salito di 1,38 punti, lo 0,05%, a quota 2.823,81. Il Nasdaq ha registrato un rialzo di 9 punti, lo 0,12%, a quota 7.411,48.

A gennaio l’indice delle 30 blue chip è salito del 5,6%, quanto quello benchmark; il listino tecnologico ha aggiunto il 7,3%.