Wall Street: falsa partenza per il Dow Jones. La settimana per la borsa Usa è negativa. Boom inflazione, prezzi produzione +8,3%

10 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Tentativo di recupero fallito per il Dow Jones che, dopo un avvio promettente, torna in territorio negativo. L’indice delle blue chip perde terreno per la quinta sessione consecutiva, azzerando i guadagni messi a segno nelle prime battute della seduta, superiori ai 200 punti.

Per la borsa Usa, l’esito della settimana è negativo: il Dow Jones ha sofferto la seconda settimana consecutiva di perdite, in flessione dell’1,5%; lo S&P 500 ha ceduto lo 0,9% su base settimanale, il Nasdaq Composite lo 0,5%.

Alle 16.20 circa ora italiana, il Dow Jones cede lo 0,16% a 34.825 punti circa; lo S&P 500 è piatto con una variazione pari a +0,05% a 4.494 punti, il Nasdaq è invece in rialzo dello 0,21% a quota 15.277.

Il Nasdaq ieri ha perso per la seconda sessione consecutiva, riportando una perdita per due sedute consecutive per la prima volta dalla metà di agosto.

Focus sulla pubblicazione del dato relativo all’inflazione Usa misurato dall’indice dei prezzi alla produzione che, nel mese di agosto, è volato dell’8,3% su base annua, riportando la crescita più forte da almeno il 2010. Su base mensile, l’accelerazione è stata dello 0,7%, al di sopra del +0,6% stimato dal consensus di Dow Jones.

L’indice dei prezzi al consumo, relativo al mese di agosto, sarà diffuso martedì prossimo. Attesa per il meeting del Fomc, il braccio di politica monetaria della Fed, del prossimo 21 settembre: l’interrogativo è se arriverà in quell’occasione l’annuncio del tapering del piano di acquisti di asset.

Ieri la Bce di Christine Lagarde ha annunciato che ridurrà gli acquisti che effettua mensilmente con il bazooka monetario PEPP.

Tuttavia, Lagarde non ha voluto parlare di ‘tapering’ e si è limitata a dire che la banca centrale sta semplicemente “ricalibrando gli acquisti”.

In generale, gli analisti ritengono che sia la Fed che la Bce, nonostante il tapering, continueranno a rimanere dovish.

Dal fronte geopolitico, la notizia della conversazione tra Joe Biden e Xi Jiping, durata 90 minuti: i due presidenti si sono trovati concordi nel decidere di evitare che la competizione tra gli Stati Uniti e la Cina si traduca in un conflitto. Il primo colloquio in sette mesi tra il presidente americano e l’omologo cinese non è andato male, fattore che ha inizialmente rasserenato i mercati.

Permane tuttavia l’ansia legata alla diffusione della variante Delta. Oggi la Cnbc ha riportato quanto detto da Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, in occasione di un discorso tenuto all’inizio di questa settimana, nel corso di un evento organizzato dal the London School of Hygiene and Tropical Medicine.

Fauci ha lanciato un appello perché anche i bambini vengano vaccinati.

Le autorità sanitarie del Mississippi hanno annunciato ieri la morte di un bambino nello stato Usa (la settima in un mese) -, di età inferiore a 1 anno, a causa di complicazioni dovute al Covid, mentre sono otto le donne incinte che hanno perso la vita a causa del coronavirus a partire dal 1° agosto.