Volkswagen: utili in rialzo. Primo trimestre senza accantonamenti record

31 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

Il colosso automobilistico Volkswagen ha reso noto che nel primo trimestre dell’anno ha assistitoa una crescita degli utili +3,4%, a 3,44 miliardi di euro, dai 3,33 miliardi dello stesso periodo del 2015.  E’ stato il primo trimestre in cui l’azienda non è stata costretta ad accantonare miliardi di euro per coprire i costi legati allo scandalo delle emissioni, scoppiato nel settembre del 2015.

Su base netta, gli utili netti relativi al primo trimestre dell’anno si sono attestati a 2,365 miliardi di euro, in calo di oltre -20%, mentre il flusso di cassa, sempre su base netta, è stato pari a 1,3 miliardi. Inoltre, gli utili della divisione VW sono crollati -86% a 73 milioni di euro. 

Così l’AD Matthias Mueller ha detto in un comunicato stampa:

L’azienda ha “raggiunto risultati rispettabili in condizioni difficili. Il 2016 sarà un anno di transizione per Volkswagen”.

Riguardo all’outlook, Volkswagen ha confermato le stime dell’anno intero, affermando che il fatturato scenderà fino a -5%, mentre il margine operativo, escluse le voci straordinarie, si attesterà tra il 5% e il 6% del fatturato, dopo il 6% dello scorso anno.

Il titolo, scambiato sulla Borsa di Francoforte, ha reagito con un rialzo +1,70%, per poi virare tuttavia in rosso. Le azioni Volswagen hanno guadagnato da inizio anno +3,1% a fronte di un calo -3,8% dell’indice Dax della Borsa di Francoforte.