Volkswagen cede terreno, paga misteriosa inchiesta su Audi

15 Marzo 2017, di Daniele Chicca

In Europa Volkswagen cede lo 0,6% dopo che la sua controllata Audi ha annunciato che i procuratori stanno indagando sulle sue licenze in Germania in un’inchiesta legata allo scandalo delle emissioni inquinanti. La casa automobilistica sta collaborando con le autorità, ma non ha fornito dettagli ulteriori sull’oggetto esatto delle indagini. Le case e gli uffici dei dirigenti di Audi sono stati perquisiti oggi dalla polizia tedesca. Stamattina il Ceo di Audi sarà chiamato a discuterne durante la conferenza stampa annuale.

Volkswagen ha presentato ieri conti record, con la casa tedesca che si è classificata in testa alla classifica dei fabbricatori di auto nel mondo davanti a Toyota. L’esercizio nel 2016, il primo anno intero dopo lo scandalo dieselgate, è stato migliore delle previsioni: 10,3 milioni di auto vendute, per un aumento del 3,8% rispetto al 2015. Il giro d’affari ha superato le attese dell’azienda con 217,3 miliardi di euro, 4 miliardi in più dell’anno prima.  Il brand Audi ha fatto peggio del 2015 per quanto riguarda il risultato operativo: 4,8 miliardi di euro dai 5,1 miliardi dell’anno precedente.