Voglia di Ipo a Piazza Affari: Intercos, Medica e Nice Footwear le matricole di novembre  

2 Novembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

 

La macchina delle quotazioni si riaccende a novembre parte con tre nuove matricole a Piazza Affari. Tra queste Intercos che ha debuttato ufficialmente oggi su Euronext Milan. In una giornata improntata alla cautela il titolo attivo nel settore della cosmetica, producendo prodotti di make-up conto terzi, mostra un rialzo di quasi il 15% a 14,27 euro. Il prezzo di offerta delle azioni è stato fissato in 12,50 euro per azione. In base al prezzo di offerta, il valore totale dell’operazione (inclusivo della Opzione di Over Allotment) è pari a circa 350 milioni di euro e la capitalizzazione della società alla data di avvio delle negoziazioni è di circa 1.197 milioni, comprensivi dell’aumento di capitale di circa 44 milioni.

Altre due matricole in arrivo su Euronext Growth Milan (ex Aim Italia) 

Un mese di novembre che parte bene sul fronte nuovi debutti anche Euronext Growth Milan (ex Aim Italia). Domani sarà la volta di Medica. Ieri il gruppo italiano integrato del biomedicale e del MedTech ha annunciato di avere ricevuto da Borsa Italiana l’ammissione alla quotazione delle azioni ordinarie della società su Euronext Growth Milan. L’ammissione è avvenuta a esito della conclusione del collocamento di complessive 847.650 azioni ordinarie (comprensive dell’opzione di overallotment e greenshoe) per un controvalore totale di 22,9 milioni di euro, a fronte di una domanda complessiva superiore a 174 milioni di euro, pari a circa 7,6 volte l’offerta. 

“Siamo orgogliosi dell’esito del processo di Ipo. Grazie al successo della quotazione ci dotiamo delle risorse necessarie a portare avanti progetti sempre più innovativi e di dimensione significativa, e ad accelerare la crescita tramite acquisizioni mirate e sinergiche – ha dichiarato Luciano Fecondini, fondatore e presidente di Medica -. È di particolare soddisfazione la presenza fra i nuovi azionisti anche di investitori stranieri, a conferma della vocazione internazionale della società. La quotazione su Euronext Growth Milan è un primo step verso una visione ambiziosa e di lungo termine, consapevoli delle nostre potenzialità sia in ambito medicale sia in ambito purificazione dell’acqua”.

Se con Medica arriva il mondo biomedicale, con Nice Footwear si passa al mondo delle scarpe. La società è infatti attiva nello sviluppo, produzione e distribuzione di scarpe per il tempo libero e lo sport. Nei giorni scorsi il consiglio di amministrazione ha deliberato di avviare le procedure di ammissione alla quotazione su Euronext Growth Milan organizzato e gestito da Borsa Italiana. La forchetta di prezzo è stata fissata tra un minimo di 9 euro e un massimo di 11 per azione, per una valutazione dell’equity value pre-money tra 13,5 e 16,5 milioni. L’attività di bookbuilding è prevista a partire dal giorno 3 novembre 2021 fino al giorno 10 novembre 2021, salvo chiusura anticipata.

La società ha presentato lo scorso 29 ottobre la comunicazione di pre-ammissione e l’ammissione alle negoziazioni è attualmente prevista nella seconda metà di novembre 2021. A servizio della quotazione è previsto un collocamento istituzionale riservato esclusivamente a investitori qualificati italiani ed esteri, mediante offerta di azioni interamente rivenienti da un aumento di capitale per massimi 5 milioni di euro, che consentirà alla società di accedere ai mercati finanziari con modalità compatibili con la sua attuale struttura organizzativa e di business. Inoltre, permetterà di reperire nuove risorse da destinare alla crescita del gruppo consentendo così di attuare il piano strategico di sviluppo pluriennale attraverso il consolidamento e la crescita sui mercati internazionali.

È inoltre prevista, spiega la nota, la facoltà per l’emittente, d’intesa con il global coordinator, di incrementare l’offerta per ulteriori massimi 500 mila euro, al fine di una eventuale sovrallocazione in considerazione delle adesioni pervenute (cosiddetta Opzione di Over Allotment) nonché la concessione da parte dell’Emittente di una opzione a sottoscrivere una porzione dell’aumento di capitale a servizio dell’offerta per complessivi massimi 500 mila euro (cosiddetta Opzione Greenshoe).