Vivendi e Mediaset verso lo scontro, Bolloré nega di voler effettuare scalata ostile

19 Dicembre 2016, di Daniele Chicca

Dopo essere salita al 20% del capitale, dietro solo alla famiglia Berlusconi, Vivendi ha negato di voler effettuare una scalata ostile su Mediaset. Vincent Bolloré, che guida il gruppo media francese, ha fatto sapere a un quotidiano italiano che la scalata non è ostile.

Il magnate francese ha giustificato la sua operazione dicendo che Vivendi ha un “interesse a lungo termine” in Mediaset. I titoli del gruppo italiano guadagnato quasi il 2,6% in avvio di seduta a Milano: è la prova migliore del listino delle blue chip finora.

Secondo Il Sole24ore non vi sarà alcun accordo con Vivendi, altrimenti si rischierebbe il lancio di un’Opa per concerto. La famiglia non sarebbe compatta sul futuro della società e quindi Fininvest sarebbe in realtà interessata ad ottenere il prezzo più elevato possibile da Vivendi. Per aggirare i limiti antitrust (divieto di controllo di Telecom Italia e Mediaset) Vivendi venderebbe il controllo di Telecom Italia e Orange o Telefonica, mantenendo il controllo di Mediaset.