Vestager: “ok allo schema italiano sui crediti deteriorati”

1 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – “Molto equilibrato e molto concreto”: così definisce lo schema italiano previsto per gestire i crediti deteriorati, concordato con la Commissione Ue, la responsabile della concorrenza Marghrete Vestager.

“E’ molto equilibrato, molto concreto, non è assolutamente un programma di aiuti, bensì basato sul mercato.

Ma quanto sarà efficace? La commissaria all’Antitrust al momento non si sbilancia.

“Naturalmente è sempre difficile dirlo, perchè sono le banche che individualmente adottano lo schema, ma penso che abbia molte qualità e trovo che l’impegno del governo e delle autorità italiane sia molto promettente per avere uno schema molto ben funzionante”.

Con l’occasione la responsabile della concorrenza Ue respinge le accuse di chi ha puntato il dito contro la Commissione europea, rea di aver favorito troppo la Germania in materia di aiuti di Stato alle banche.

“Prendo queste cose molto seriamente perchè è uno dei miei doveri trattare gli Stati membri in modo uguale. Naturalmente, a volte c’è flessibilità all’interno delle regole perchè gli Stati membri sono diversi tra loro: il sistema bancario italiano è diverso da quello tedesco, da quello danese o da quello spagnolo (…) non cambia il fatto che ogni paese ha gli stessi oneri e le stesse possibilità: in realtà non è la prima volta che sento una cosa del genero, ho appena ricevuto le stesse accuse da parte del Belgio”.