Usa, rallenta Pmi dei servizi in giugno: allarme stagflazione

5 Luglio 2018, di Mariangela Tessa

È rallentata nel mese di giugno l’attività nel settore servizi negli Stati Uniti. Il dato finale dell‘indice servizi Pmi, redatto da Markit, si èattestato a 56,5 in linea con la stima flash e in ribasso da 55,8 di maggio. Il dato si conferma a un livello associato a un’espansione della congiuntura, ovvero superiore a 50 punti. Anche il dato sul manifatturiero aveva registrato una contrazione il mese scorso.

Chris Williamson, Chief Business Economist at IHS Markit, ha lanciato un allarme su una possibile stagflazione in Usa, ossia un periodo di contemporanea inflazione e stagnazione dell’economia. “Le pressioni inflative restano elevate ed è probabile che si trasferiscano sui consumatori, aumentando l’inflazione di fondo nei prossimi mesi”. L’andamento dell’indice composito dei direttori di acquisto Usa è in controtendenza rispetto agli altri blocchi economici principali come Giappone, Cina ed Eurozona.