Usa, maxi revisione in negativo sui dati occupazionali aggiornati a marzo

21 Agosto 2019, di Alberto Battaglia

I dati rivisti al marzo 2019 hanno ridotto di 501.000 posti di lavoro i dati occupazionali preliminari (non includenti i lavori nel comparto agricolo). E’ la più ampia revisione al ribasso mai registrata dall’Ufficio di statistica americano dal 2009.

“Questa revisione ha un senso, dato che l’aumento mensile medio di 223.000 nel 2018 sembrava troppo bello per essere vero alla luce di quanto è diventato stretto il mercato del lavoro e dei problemi riportati dalle aziende nella ricerca di lavoratori qualificati”, ha affermato Stephen Stanley, capo economista di Amherst Pierpont Securities.

Il settore delle vendite al dettaglio ha segnato 146.400 posti di lavoro in meno, mentre hotel e ristoranti hanno riportato 175.000 lavoratori in meno rispetto alle stime preliminari