Usa, Jack Dorsey di Twitter: ‘l’iperinflazione è qui’. Powell (Fed): ‘via al tapering, ma prematuro alzare tassi’

25 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

La crescita dell’inflazione negli Stati Uniti rimane il chiodo fisso del mondo degli strategist ma anche Corporate Usa.

Un alert è arrivato da Jack Dorsey, co-fondatore di Twitter e ceo di Square.

A suo avviso, il balzo dell’inflazione si tradurrà in iperinflazione:

“L’iperinflazione cambierà tutto – ha detto Dorsey – Ed è qualcosa che sta accadendo”. Di inflazione ha parlato anche il numero uno della Fed, Jerome Powell, nella giornata di venerdì.

“Nessuno deve dubitare del fatto che utilizzeremo tutti (i nostri) strumenti per riportare l’inflazione al 2% nel corso del tempo – ha detto Powell – Allo stesso tempo, possiamo essere pazienti e permettere alla ripresa di continuare e al mercato del lavoro di guarire”.

Powell ha ammesso che “è probabile che l’elevata inflazione prosegua l’anno prossimo”, e che “le strozzature dell’offerta stanno ancora pesando”. A tal proposito, tuttavia, “gli strumenti della Fed non possono fare molto”

Il presidente della banca centrale americana ha ammesso che “l’inflazione è ben oltre il target” della Fed e che “stiamo per avviare il nostro tapering” ma, anche, che “sarebbe prematuro alzare i tassi”.